BIOMAlife – Eubiosi, Disbiosi e ruolo del Microbiota

14.00

 

indexIl corpo umano è abitato da un vasto numero di batteri, virus e altri organismi eucarioti unicellulari.

L’insieme dei microrganismi che vivono in pacifica coesistenza con il loro ospite umano viene

 

definito “microbiota” o “microflora normale”.

La maggior parte dei batteri risiede nella parte inferiore dell’apparato digerente, specialmente nell’intestino crasso,

poiché nel tratto più prossimale anche la bile e le secrezioni pancreatiche risultano tossiche o poco favorevoli

per la crescita della maggior parte dei microrganismi.

Il microbiota nel GIT( tratto gastro intestinale) svolge un ruolo importante nel mantenimento

dello stato di salute e nel determinismo di stati patologici. Ippocrate (400 a.C.), già intuendo l’importanza

dell’omeostasi gastrointestinale e dei fenomeni di disbiosi, affermava che “la morte risiede e origina nell’intestino”.

L’incremento nel microbiota intestinale di alcune specie batteriche considerate “favorevoli” alla salute dell’organismo,

quali Bifidobacterium e Lactobacilus, è correlato con una riduzione dell’incidenza e severità di una serie di disordini

a carico del GIT. Secondo la definizione ufficiale OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), i probiotici

sono “organismi vivi che, somministrati in quantità adeguata, apportano un beneficio alla salute dell’ospite”.

eubarrieraPer definizione, sono probiotici quei microrganismi non patogeni(batteri o lieviti) del microbiota che,

se somministrati pervia orale, possono replicare e colonizzare il GIT in numero sufficiente

per determinare effetti benefici per l’ospite.

Affinché unmicrorganismo possa definirsi probiotico deve essere di origineumana, resistere all’acidità dello stomaco

e all’azione della bile,sopravvivere nel tratto gastrointestinale e aderire alla mucosariproducendosi,

essere perfettamente tollerabile e avere effettibenefici per la salute antagonizzando i microrganismi patogeni

e producendo sostanze antimicrobiche.

IMPIEGO TERAPEUTICO DEI PROBIOTICI IN ETA’ PEDIATRICA IN ETA’ ADULTA

Sostenuti da trial clinici

• Diarrea acuta infettiva

• Diarrea da antibiotici

• Allergia intestinale

• Intolleranza al lattosio

• Enterocolite necrotizzante

• Infezione da Clostridium difficile

• Diarrea del viaggiatore

• IBD e pouchite ( Imfiammazione intestinale cronoìca)

• Sindrome del colon irritabile

 

 

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin-top:0cm;
mso-para-margin-right:0cm;
mso-para-margin-bottom:10.0pt;
mso-para-margin-left:0cm;
line-height:115%;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:”Calibri”,”sans-serif”;
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-language:EN-US;}